venerdì 21 ottobre 2011

Eccolo qui...


Questo è il volume che mi ha tenuta impegnata durante l'estate, subito dopo aver finito gli esami di maturità. Questo ricettario, contiene per la maggior parte ricette onnivore, ma ognuna di queste ha una versione vegan, in questo quindi consisteva il mio lavoro: "veganizzare"  :)
Per alcune ricette è stato abbastanza semplice, per altre un pò meno. Ho dovuto sperimentare in cucina, far assaggiare ai non vegan, correggere eventualmente e trascrivere. All'assaggio si prestavano molto volentieri i miei genitori, mio fratello molto schietto (wow! mi ha fatto diversi complimenti, addirittura una volta ho dovuto preparargli per la seconda volta un dolce particolare ed esteticamente molto bello), mia sorella che ogni giorno mi chiedeva:  "cos'hai preparato oggi? Sono pronta all'assaggio".
Ho fatto assaggiare le cose più difficili come sapori (es. alghe) anche al mio nipotino di 6 anni ed ha gradito rispondendomi: Delizioso!
Mi sentivo molto stanca, però soddisfatta!
Perchè l'ho fatto?
Il motivo è semplice:
Proporre un’alternativa a coloro che, per una volta o meglio ancora se abitualmente, vogliono preparare delle pietanze escludendo l’uso di prodotti di origine animale e loro derivati.
Ho fatto attenzione non soltanto alla scelta di alimenti che ben si accordano con i sapori delle spezie proposte nelle ricette originali, ma anche al loro apporto nutrizionale.
Così piatti a base di proteine animali come carne e pesce diventano piatti a base di proteine vegetali come tofu, seitan, muscolo di grano, legumi e alghe.
Mentre in alcune ricette ha voluto proporre sapori che non tanto si discostano da quelli originali, come ad esempio quelle  che prevedono l’uso di alghe per richiamare il profumo di mare nei piatti a base di pesce, altre ricette sono costituite da ingredienti completamente diversi in quanto a sapore ma che assicurino comunque un accostamento gradevole con le spezie e i condimenti proposti, facendo sempre attenzione ai principi nutritivi.
Ho subito intrapreso con entusiasmo questo lavoro perché dell’idea che promuovere da una parte la scelta per l’acquisto di alimenti provenienti dal commercio equo e solidale, e dall’altra la  scelta per un’alimentazione vegana, metta in risalto il rispetto per la vita, il lavoro e quindi i diritti dei produttori, soprattutto di quei contadini e artigiani del Sud del mondo, e il rispetto per la vita degli animali e dell’ambiente in generale.
E' un doppio ricettario quindi, tutte le ricette onnivore e vegetariane hanno una versione vegana ^_^ (ci sono anche ricette completamente vegan)
Avrei potuto pubblicare questo post già da un pò, ma ho aspettato  perchè il volume è disponibile proprio oggi, il 21 ottobre,  nelle librerie.
Così se siete curiosi e volete dare una sbirciatina... comunque è molto curato e bello :)
A presto!

35 commenti:

  1. Che lavoro impegnativo e importante hai fatto! Penso che questo libro sia una bellissima idea. Di solito compra un libro di ricette vegan chi lo è già o è vegetariano o si vuole avvicinare a questo modo di alimentarsi. Invece questo libro di ricette onnivere con la versione vegan potrà far avvicinare molte persone a questa tipo di cucina e capire finalmente che chi è vegan non mangia solo insalate anzi io penso che chi è vegan ha molta più fantasia in cucina e più volta di sperimentare di un onnivero che fa sempre le solite cose. Di solito compro un libro al mese...sò già cosa comprare a novembre. Ah mi sono dimenticata di fare i complimenti anche sull'utilizzo delle spezie equo solidali in questo modo si aiuta doppiamente il mondo e le persone che hanno meno in senso materiale. Sarò un pò illusa ma io credo molto nell'equo solidale!Ancora complimenti.....non vedo l'ora di leggerlo!!!!

    RispondiElimina
  2. Grazie mille cara Violetta per il tuo commento, non sai che piacere mi ha fatto ricevere e leggere la tua approvazione. E' proprio quello l'obiettivo: la gente che si alimenta in modo onnivoro, difficilmente acquisterebbe un libro vegan, in questo modo lo acquista comunque. E poi è bellissima tutta la parte in cui Valeria Calamaro spiega l'origine, gli usi, i profumi delle spezie... e credimi, tanto tanto altro :)
    Grazie mille ancora cara Violetta.
    un abbraccio con tanto affetto

    RispondiElimina
  3. Ti avevo già fatto i miei complimenti, ma te li rifaccio ora che il libro è finalmente uscito! e poi te li rifarò dopo averlo sfogliato!
    Le spezie sono per me una grande passione insieme alla cucina vegan, sicuramente troverò un mucchio di spunti e novità!
    E poi questo libro sarà veramente una bella occasione per portare un ricettario vegan nelle cucine onnivore! un'ottima idea!
    brave, e complimenti anche a Paola e Antonio della Sonda, che da anni diffondono la conoscenza della cucina vegan!
    ;)

    RispondiElimina
  4. Grazie mille Maria Grazia :)
    Si è vero, Paola ed Antonio hanno molto a cuore tutto ciò e fanno tutto con amore, passione e molta cura.
    un abbraccio grande grande :)

    RispondiElimina
  5. Ma che idea meravigliosa! Per tutti gli onnivori che non ti invitano a cena perchè 'oddio! e adesso cosa gli preparo!?'
    è un'ottima azione e anche un'ottima idea regalo ;)

    RispondiElimina
  6. Grazie anche a te herbivorsconfessions :)

    RispondiElimina
  7. Semplicemente grandiosa, presto questo libro sarà mio :-) Sei davvero una donna eccezzionale, complimentoni davvero per il lavoro che hai fatto, quando l'avrò tra le mani ti dirò cosa ne penso!

    RispondiElimina
  8. Ciao Concita, sono Antonella amica di Giacoma, (ti ricordi le bamboline?). Volevo dirti che mi fa piacere che hai messo nero su bianco tutte le tue idee e la tua fantasia in cucina. Ti auguro tanto successo perchè te lo meriti.

    RispondiElimina
  9. Concita, come vedi stai avendo un gran successo, ieri sera ho fatto vedere anche a Umberto il tuo blog e ha apprezzato molto tutto quello che fai, ancora complimenti da tutti noi, zia Giacoma

    RispondiElimina
  10. grazie mille zia Giacoma :)
    mi fa piacere che apprezziate :) ringrazia e saluta tanto le tue amiche e Umberto da parte mia con tanto affetto :)
    a presto zia

    RispondiElimina
  11. Ciao Antonella, certo che mi ricordo... le bamboline! :) adesso sono molto migliorata in quanto a tecnica, riesco a fare tutti i lineamenti del volto, a modellare labbra, narici, però non dedico abbastanza tempo alla pasta di mais perchè in questo periodo sono più rivolta alla pittura, anche ora sono alle prese con un quadro che spero di finire in settimana... e poi naturalmente c'è anche la cucina :)
    Grazie per i tuoi complimenti e per gli auguri che mi fai.
    un caro saluto

    RispondiElimina
  12. Complimenti Conci,
    davvero complimenti!
    Se lo trovo lo acquisto sicuro, perché non dovrei ;)
    Bravissima come sempre e augurissimi!!!!

    RispondiElimina
  13. Ciao Concita!! Sono Sara(Eddy di veganblog). Confesso che ho scoperto da poche settimane il tuo personale blog, e nel frattempo mi chiedevo come mai non ti leggessi più. Ho letto con entusiamo il post del libro e ieri, entrando in una libreria di bologna che sto divorando (o mi sta divorando) l'ho visto subito. E' passato direttamente dalle mie mani alla cassa, e dalla cassa poi in casa mia. E' spettacolare, e soprattutto bella la parte iniziale sui sapori del mondo. Bravissima!

    RispondiElimina
  14. Grazie Mimì, sei tanto cara :)
    Bacio

    RispondiElimina
  15. Ciao Sara! Grazie mille per i complimenti :)
    Si, è vero la parte iniziale curata da Valeria Calamaro è proprio bella :)
    Grazie per essere qui, benvenuta cara Sara :)

    RispondiElimina
  16. I miei complimenti!!!! hai fatto un lavoro splendido, impegnativo ma di grande soddisfazione.... sei stata grandiosa :-) Vado spesso al negozio altromercato a far la spesa, ho fatto da loro le bomboniere per il matrimonio, quando lo trovo lo acquisto sicuramente!!!! Bravissima :-)

    RispondiElimina
  17. Grande!!!! sono riuscita a lasciare un commento... sono felicissima :-)

    RispondiElimina
  18. Grazie mille cara Felicia :)
    bacio

    RispondiElimina
  19. Complimenti Concita anche da me! Già dai tempi di Veganblog si capiva che avevi una marcia in più, e anche questo fantastico lavoro non può che confermarlo! Hai tutta la mia stima! :D Marta

    RispondiElimina
  20. Grazie mille cara Marta :)
    un abbraccio con tanto affetto!

    RispondiElimina
  21. Ordinato e subito sfogliato!!!molto interessante l'idea di proporre la doppia versione della ricetta....proverò presto qualche idea! grazie

    RispondiElimina
  22. ho visto anche su vegan blog la tua mozzarella vegana dalla foto sembra buonissima vorrei provarla a farla anchio però non posso usare per problemi salute panna di soia,margarina,burro di soia cosa posso usarla in sostituzione?

    RispondiElimina
  23. Ciao,
    quindi non potresti usare nemmeno latte di soia, e yogurt di soia? Se è così non so cosa consigliarti.
    Se è un discorso di dieta allora è diverso e potrei risponderti.
    fammi sapere.
    A presto

    RispondiElimina
  24. latte di soia e yogut di soia li posso mangiare invece la panna di soia,margarina,burro di soia non li posso mangiare per per il discorso della dieta,avresti qualcosa da consigliarmi in alternativa?

    RispondiElimina
  25. Puoi mettere più yogurt di soia... anche se non viene proprio la stessa cosa in quanto a morbidezza e gusto perchè con poca panna di soia viene naturalmente più ricco, ma se proprio non vuoi usarne, metti più yogurt e magari qualche cucchiaino di olio di girasole se puoi.

    RispondiElimina
  26. grazie della risposta, mi sei stata di grande aiuto,così appena posso faccio la ricetta della tua mozzarella.
    volevo ancora chiederti se hai provato a fare la ricetta frolla alle nocciole bianco-nera di Pepo88 su vegan blog, o comunque se mi sai dire cosa posso usare in alternativa alla margarina nel procedimento della sua ricetta,visto che la domanda glielo mandata più volte ma senza risposta

    RispondiElimina
  27. Di nulla.
    Non ho mai provato la ricetta di Peppo, non te la prendere se non ti ha risposto, mi sembra che lui non sia presente su veganblog per motivi di lavoro, anzi se non ricordo male, mi pare che sia addirittura partito dalla sua città. Ho appena visto la ricetta, ma la margarina è solo 10 gr.! E' pochissima... non ti preoccupare, certe quantità minime non ti fanno male. Comunque se proprio devi puoi sostituire con l'olio di semi di girasole... anche se ti dico la verità, forse non sarà così influente in questa ricetta, ma in certe ricette a mio avviso la margarina rende migliori alcuni dolci.
    Un abbraccio

    RispondiElimina
  28. riguardo alla mozzarella vegana mi sapresti dire le dosi precise degli ingredienti e il procedimento della ricetta senza panna di soia e margarina ma con l'olio e lo yogurt?

    RispondiElimina
  29. Ciao
    in effetti dovresti spostare le tue domande qui,
    http://vegandelizie.blogspot.com/2011/09/mozzarella-vegan.html
    trovi la ricetta e tutti i consigli che ti servono. Per le sostituzioni rispetti le stesse quantità elencate nella ricetta. ad es. se sostituisci lo yogurt con la panna metti la stessa quantità

    RispondiElimina
  30. sei veramente una fuoriclasse, Concita...e sarà un piacere acquistare questo libro :)
    Luu

    RispondiElimina
  31. ciao conci...ho comprato oggi il tuo libro non vedo l'ora di leggerlo......dev'essere bellissimo!!!

    RispondiElimina
  32. ciao violetta :)
    grazie mille per l'interesse e i complimenti ^_^
    un forte abbraccio
    (sicuramente ne sarà felice anche e soprattutto Valeria Calamaro) a me interessa soprattutto il vostro affetto e i vostri pensieri
    smack

    RispondiElimina